Dati del paese

bandiera del Kezakistan Kazakhstan (KZ) - Asia

mappa del Kazakistan

Capitale: ASTANA
Popolazione: 17.000.000 circa
Superficie: 2.728.000 km2
Fuso orario: rispetto all’Italia +5h ad Astana ed Almaty, e +4h ad Aktau, Aktyube, Atyrau e Uralsk. Tale differenza si riduce di un’ora quando in Italia non è in vigore l’ora legale. 
Confini: Russia (nord); Russia e Mar Caspio (ovest); Turkmenistan, Uzbekistan e Kyrgyzstan (sud); Cina (est).

 

Lingue: kazako (lingua di Stato) e russo (lingua ufficiale); in crescita la conoscenza dell’inglese

Moneta:   tenghè (KZT); il cambio al 02 luglio 2014 e' di €1 = 251,6 KZT - 1 US$ = 183.5 KZT.

 

 

 

 

Prefisso dall'Italia: 007 (Kazakhstan) 7172 (Astana) o 7272 (Almaty)

 

Meteo

pioggia Astana, Kazakhstan
rovescio pioggia
Temperatura 0°C

Aggiornato al 24/10/2014 10:00

 

Ambasciate e Consolati

Ambasciata d’Italia in Kazakhstan
Indirizzo: via Kosmonavtov 62, 010000 Astana,
tel.: Centralino: +7 7172 243868
Fax: +7 7172 243686;
E-mail: ambasciata.astana@esteri.it,
Uff. Aire:   aire.astana@esteri.it
Uff. Consolare:  consolare.astana@esteri.it
Uff. Visti: visti.astana@esteri.it
Home page: www.ambastana.esteri.it
Cellulare d’emergenza:  +7705 294 52 69 al quale risponde il funzionario di turno.

 

Indirizzi utili

Telefoni utili
Pronto soccorso: 007 + prefisso città (Astana 7172, Almaty 7272) + 07
Polizia: 007 + prefisso città + 02

 

Dove siamo nel mondo

Stai per visitare questo paese?
Registra il tuo viaggio nel sito "Dove siamo nel mondo" per essere rintracciato in caso di emergenza.

  1. Vai al sito dove siamo nel mondo

Consulta la scheda


Visualizza e stampa la scheda Visualizza e stampa la scheda

 

Schede paesi limitrofi



Prima di partire

Sono presenti contenuti su questo paese nella sezione Salute in viaggio

Centri di vaccinazione

Lista completa di tutti i centri di vaccinazione sul territorio italiano.

 

Passaporto

Guida completa per il rilascio del passaporto, dal sito della Polizia di Stato.

  1. vai al sito

 

Patente internazionale

Tutte le informazioni utili per ottenere in Italia la patente internazionale di guida, dal sito dell'ACI.

  1. vai al sito

 

Tassi di cambio

Convertitore aggiornato con tutte le valute del mondo, a cura della Banca d'Italia

  1. vai al sito


Servizio realizzato in collaborazione con:

logo ACI

Home > I Paesi > Kazakhstan

Avvisi particolari

Diffuso il 15.09.2014. Tuttora valido.

Si attira l’attenzione sull’applicazione estremamente rigorosa - da parte delle Autorità di frontiera kazake - delle norme in materia di immigrazione nei confronti degli stranieri in possesso di visto scaduto  (vedasi voce “Visti di ingresso”della Scheda).
Si ricorda che non è possibile lasciare il Paese con un visto scaduto senza passare attraverso il Tribunale Amministrativo per l’Immigrazione e che - anche in caso di visto scaduto da pochi giorni e talora anche da poche ore - possono essere comminate sanzioni anche di carattere detentivo, fino a 10 giorni di reclusione.
Anche se, a partire dal 15 luglio 2014, i cittadini italiani e di altri nove Paesi possono recarsi in Kazakhstan senza obbligo di visto fino ad una durata massima di 15 giorni (nell’ambito del periodo dal 15 luglio 2014 al 15 luglio 2015), si raccomanda di evitare di permanere nel Paese, in mancanza di visto, oltre tale durata massima di 15 giorni per evitare possibili sanzioni analoghe a quelle previste in caso di visto scaduto.

Anche se la situazione del Paese è stabile, il Kazakhstan non può essere considerato del tutto immune da episodi di natura terroristica come hanno dimostrato alcuni attentati perpetrati nel 2011 contro installazioni di Autorità dello Stato, a cui si sono aggiunti anche alcuni altri episodi simili (sventati attacchi) avvenuti nel corso del 2012 e 2013,  ritenuti dalle Autorità kazake legati ad estremisti del fondamentalismo islamico.

Ai connazionali che intendano recarsi nel Paese si consiglia di registrare i dati relativi al viaggio sul sito DoveSiamoNelMondo.   



 

Informazioni generali

Documentazione necessaria all’ingresso nel Paese 

E'  necessario il passaporto avente validità minima di tre mesi dalla data di scadenza del visto. Per le eventuali modifiche relative alla validità residua richiesta del passaporto si consiglia di informarsi preventivamente presso l’Ambasciata o il Consolato del Paese presente in Italia o presso il proprio Agente di viaggio.

Viaggi all’estero dei minori: si prega di consultare il Focus: “Prima di partire/ documenti per viaggi all’estero di minori” sulla home page di questo sito.

 Visto di ingresso: a partire dal 15 luglio e per la durata di un anno i cittadini italiani e di altri 9 Paesi possono recarsi in Kazakhstan senza obbligo di visto per soggiorni non superiori ai 15 giorni.
Si raccomanda la massima attenzione nel rispettare il limite dei 15 giorni senza visto ovvero il limite piu' lungo previsto dal visto concesso dalle competenti Autorità.
Le Autorità di frontiera kazake sono infatti molto rigorose nell’applicazione della normativa in materia di immigrazione nei confronti degli stranieri che abbianno superato i periodi previsti. Si ricorda infatti che non è possibile lasciare il Paese con un visto scaduto o in periodo successivo ai 15 giorni suddetti senza passare attraverso il Tribunale Amministrativo per l’Immigrazione e che - anche in caso di "overstay" di poche ore - possono essere comminate sanzioni anche di carattere detentivo, fino a 10 giorni di reclusione.
Si ricorda inoltre che la permanenza nel Paese prevede il possesso di una
carta di migrazione ottenibile all'aeroporto d'arrivo al momento
dell'attraversamento della frontiera. La carta deve essere vidimata dalle
autorità aeroportuali al momento dell'ingresso in Kazakhstan. E' bene
prestare attenzione a che le guardie di frontiera appongano effettivamente
il timbro d'ingresso anche sulla Carta di Migrazione, oltre che sul
passaporto.

Vaccinazioni obbligatorie: Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatorio per i viaggiatori provenienti dai Paesi a rischio di trasmissione della malattia. Gli stranieri soggiornanti in Kazakhstan per lunghi periodi di tempo sono tenuti ad avere con se’ un certificato medico attestante la sieronegatività al test dell’HIV.

Formalità valutarie e doganali:  non vi sono limitazioni alla quantità di valuta straniera che il visitatore può portare con sé in Kazakhstan e che dichiara al momento dell’ingresso nel Paese. E’ richiesta la compilazione di una dichiarazione doganale sia in entrata che in uscita, qualora il viaggiatore disponga di una cifra superiore ai 3000 dollari. In uscita, il viaggiatore dovrà altresì dimostrare come tale somma sia stata introdotta in Kazakhstan. I pagamenti all’interno del Paese vengono effettuati in tenghe’. Euro e dollari possono essere convertiti facilmente. Ad Astana e Almaty, ma anche in altre città del Paese, l’uso della carta di credito è abbastanza diffuso e sono presenti diversi sportelli bancari automatizzati. Spesso si registrano malfunzionamenti dei terminali POS e ATM ed è consigliabile nei ristoranti accertarsi prima di consumare che sia possibile pagare con carta di credito.

-Divieto di importazione: sono soggette a severe restrizioni all’importazione le armi di chi si reca in Kazakhstan a scopi venatori. Per portarle con sé occorre rivolgersi preliminarmente all’Ambasciata del Kazakhstan in Italia che, se del caso, procede all’avvio della pratica autorizzativa.

-Limitazione di esportazione: gli oggetti d’arte acquistati in Kazakhstan possono essere portati in Italia solamente se si è in possesso di un certificato rilasciato dal Ministero della Cultura e dell’Informazione che attesti che essi non presentano un valore storico-artistico per il Paese.


Viaggiatori con animali (cani e gatti): è possibile portare con sé i propri animali da compagnia solamente se si è in possesso del relativo passaporto e certificato veterinario internazionale. Si suggerisce comunque, al momento della richiesta del visto, di acquisire presso l’Ambasciata del Kazakhstan in Italia eventuali informazioni aggiuntive.

Si segnala che le Autorità possono applicare in maniera estremamente rigorosa le norme che vietano di sporcare il suolo pubblico. Sulla base della legge concernente lo status giuridico dei cittadini stranieri in Kazakhstan, il cittadino straniero che violi le leggi del Paese, a prescindere dalla gravità della violazione in questione, può essere espulso dal Paese. Si è verificato un caso di espulsione di un connazionale per aver gettato a terra un mozzicone di sigaretta.


Sicurezza

Nonostante il Kazakhstan si trovi in un’area geografica ove i cambiamenti sotto il profilo politico sono repentini, a tutt’oggi la situazione interna risulta relativamente stabile. Il Governo presta una particolare attenzione al rischio terrorismo. Il Kazakhstan non può essere, infatti, considerato del tutto immune da episodi di natura terroristica come hanno dimostrato alcuni attentati perpetuati nel 2011 contro installazioni di Autorità dello Stato, a cui si sono aggiunti anche alcuni altri episodi simili (sventati attacchi) avvenuti nel corso del 2012 e 2013, ritenuti dalle Autorità kazake legati ad estremisti del fondamentalismo islamico.
Il 16 dicembre 2011 nella città di Zhanaozen nella regione del Mangistau si sono verificati scontri tra la polizia e alcuni manifestanti che scioperavano da mesi per rivendicare un più alto salario per i lavoratori dell’industria petrolifera che hanno causato decine di morti. E’ consigliabile pertanto tenersi lontano da assembramenti e manifestazioni di protesta, anche se dal carattere apparentemente pacifico, specialmente se effettuate nei pressi di edifici pubblici o istituzioni statali.
Dal punto di vista ambientale, si segnala che sono a rischio sismico le regioni sud-orientali, tra cui quella di Almaty. Quanto all’ordine pubblico, occorre osservare scrupolosamente le comuni norme di sicurezza ed evitare imprudenze, considerato fra l’altro che gli stranieri possono essere un bersaglio privilegiato della criminalità comune. Come nella maggioranza dei Paesi, gli stranieri possono essere più facilmente vittime di aggressioni a scopo di rapina. Bisogna prestare particolare attenzione nelle aree intorno ai locali notturni dove si sono verificati spesso episodi di risse o aggressioni che hanno coinvolto stranieri, con conseguenze talvolta anche tragiche.
Le grandi distanze che contraddistinguono il Kazakhstan e che separano fra loro i suoi centri urbani, nonché il precario stato di manutenzione di diverse strade, devono poi raccomandare prudenza qualora s’intenda affrontare un viaggio in automobile all’interno del Paese. E’ inoltre consigliabile negli spostamenti interni evitare strade poco trafficate e secondarie, in quanto può rivelarsi difficile l’arrivo di soccorsi in casi di incidenti. Particolare cautela deve essere prestata nelle ore notturne e nei mesi invernali, a causa della temperatura esterna e delle eventuali tempeste di neve.

E’ nota la presenza di una vasta area di 800 ettari, distante circa 160 Km da Astana, dove venivano stoccati residui radioattivi praticamente a cielo aperto. La conservazione degli stessi in pozzi irrigati presenta gravi problemi in quanto con la stagione calda è probabile che si alzi polvere radioattiva in un raggio di almeno 15 Km. Le dosi radioattive misurate al suolo ammontano a 240 microroentgen/h (20 volte superiore al normale livello). La città interessata dal fenomeno è quella di Stepnogorsk.


Zone a rischio:  le zone di montagna durante il periodo del disgelo. Qualora non si sia in possesso delle previste autorizzazioni, evitare le aree interdette, fra le quali il distretto di Baykonur dove si trova il famoso cosmodromo. L’Ambasciata del Kazakhstan in Italia può comunque fornire una lista delle zone interdette agli stranieri. L’attraversamento delle frontiere deve avvenire in stretta conformità alle disposizioni vigenti per evitare problemi con le forze dell’ordine. Bisogna tenere inoltre in conto che molti posti sono chiusi nelle ore notturne. Occorre poi tenersi a debita distanza dagli ex poligoni nucleari (in particolare quello di Semey – ex Semipalatinsk - nell’est del paese), dalle miniere e dai depositi di metalli e rifiuti radioattivi. In Kazakhstan si registrano problemi di inquinamento radioattivo.

Zone di cautela:  è opportuno non circolare nei quartieri periferici delle città e durante le ore notturne, soprattutto se si è soli. In particolare nelle zone a ridosso dei locali notturni frequentati da stranieri, è assolutamente sconsigliato prendere taxi condivisi. E’ bene inoltre tenere presente che la legge kazaka prevede che qualora la persona aggredita si trovi in stato di ubriachezza debba poter dimostrare di non aver lui stesso provocato l’aggressore.

Zone sicure:   i centri abitati, soprattutto nelle principali città e nelle ore diurne.
 
Avvertenze
In linea generale è consigliabile:
1) segnalare agli Uffici Diplomatico-Consolari italiani la propria presenza al momento dell’arrivo in Kazakhstan, indicando recapiti in loco, periodo di permanenza, ecc.;
2) evitare d’indossare vestiti e oggetti che attraggano l’attenzione, come gioielli e orologi di lusso;
 3) lasciare un numero di telefono al quale poter essere rintracciati e portare con sé quelli degli Uffici Diplomatico-Consolari italiani;
 4) portare sempre con sé un documento di identità (passaporto) o una fotocopia da un notaio o autenticata dall’Ambasciata, da esibire alle forze dell’ordine in caso di controlli (che sono piuttosto frequenti nei confronti degli stranieri nelle grandi città)
5) Non offrire mai denaro alle forze dell’ordine né acconsentire ad eventuali richieste in tal senso da parte di quest’ultime, se non sanzionate dalle autorità amministrative preposte.
In caso di problemi con le forze dell’ordine (stato di fermo o arresto) chiedere di poter informare immediatamente l’Ambasciata o i Consolati Onorari italiani presenti in Kazakhstan per la necessaria assistenza.


Usi e costumi da rispettare:
Il Kazakhstan è un Paese a maggioranza musulmana in gran parte laicizzato, soprattutto nelle grandi città e nelle regioni settentrionali. Specialmente in pubblico e’ comunque opportuno mantenere un contegno sobrio ed educato, evitando comportamenti che possano offendere la morale tradizionale.

In ogni caso, si consiglia di registrare i dati relativi al viaggio in Kazakhstan sul sito DoveSiamoNelMondo.
 
  Normativa prevista per uso e/o spaccio di droga (leggere o pesanti):
Sono previste pene che, a seconda della quantità di stupefacenti posseduta e della loro destinazione (uso personale o spaccio), variano dal pagamento di un’elevata somma in denaro a 15 anni di reclusione in condizioni carcerarie che possono essere molto dure.

Normativa locale prevista per abusi sessuali o violenze contro i minori:
Trattasi di reati particolarmente gravi, che prevedono pene fino a 15 anni di reclusione, da scontarsi in condizioni carcerarie che possono essere molto dure.

Va ricordato che coloro che commettono all’estero reati contro i minori (abusi sessuali, sfruttamento, prostituzione),  vengono  perseguiti al loro rientro in Italia sulla base delle leggi in vigore nel nostro Paese.


Situazione sanitaria

Strutture sanitarie: Gli standard delle strutture sanitarie pubbliche e la preparazione del personale ospedaliero, sebbene in via di miglioramento, non sono ancora del tutto soddisfacenti, mentre le cliniche private, presenti nelle principali città, offrono spesso solo prestazioni di base. Per le diagnosi ed i casi più seri, pertanto, si consiglia il rimpatrio in Italia, che può peraltro risultare complesso, soprattutto se ci si trova nelle aree più remote del Paese.

Malattie presenti: Quanto alle malattie endemiche, si segnalano la tubercolosi e, nelle regioni di Almaty e Kazakhstan Orientale, l'encefalite da zecca (soprattutto a cavallo fra la primavera e l’estate); si registrano anche focolai di meningite ed un numero rilevante di casi di AIDS.
Si rende altresì noto che - nella regione del Kazakhstan meridionale, non lontano dalla città di Shymkent – sono stati registrati casi di “febbre emorragica Crimea – Congo”, a seguito di punture di zecche.
Secondo le Autorità kazake, i soggetti più vulnerabili sarebbero i bambini, mentre i distretti a maggiore rischio sarebbero quelli di Syzanskyj, Otyrarskyj e Shardarinskij.         

Nelle principali città la reperibilità dei medicinali è agevolata dalla presenza di numerose farmacie.                                                                                                                                             

Avvertenze:
Si consiglia comunque di stipulare una copertura assicurativa internazionale per far fronte ad eventuali spese mediche e per il rimpatrio o trasferimento aereo in Italia o altro Paese.

Quanto alle vaccinazioni si suggerisce, previo parere medico, di procedere a quelle contro l’epatite A ed il tifo e ai richiami contro l’epatite B, la difterite e il tetano, nonché di verificare la perdurante efficacia delle vaccinazioni che vengono effettuate obbligatoriamente e raccomandate nell’infanzia dal Ministero della Salute. Sempre previo parere medico, si consigliano, in aggiunta, le vaccinazioni contro l'encefalite da zecca (nonchè, più in generale, adeguate protezioni contro gli insetti, come, ad esempio, abiti ben coprenti, repellenti cutanei e zanzariere) per chi ha in programma di dedicarsi al turismo “verde” e di montagna (la profilassi richiede qualche mese e in Italia il vaccino può essere difficilmente reperibile), e contro la rabbia per coloro che intendono viaggiare nelle aree rurali e/o sono a contatto con gli animali. Si segnala che – nell’area centro-asiatica, della quale il Kazakhstan è parte – sono stati rilevati anche casi di numerose malattie infettive ed è assolutamente opportuno, inoltre, prestare attenzione alle infezioni alimentari oltre a quelle sopra ricordate: colera, escherichia coli, salmonella e toxoplasmosi.
Focolai di influenza aviaria (ma non casi umani della malattia) si sono registrati, in passato, nelle regioni nord-orientali e sulle coste del Mar Caspio. Si sono registrati in Kazakhstan anche casi di influenza A/H1N1, sebbene su una scala minore rispetto a quanto verificatosi in Europa e negli Stati Uniti. Per informazioni ed aggiornamenti sull'influenza c.d. "suina" (virus A/H1N1) e consigli per i viaggiatori consultare il Focus " Sicurezza sanitaria- Influenza da virus A/ H1N1 informazioni e consigli per i viaggiatori" presente sulla homepage di questo sito.

E’ opportuno evitare alimenti crudi (ad eccezione della frutta purché lavata e sbucciata) e consumare solo cibi cotti serviti ancora caldi. Il latte non pastorizzato deve essere sempre bollito, mentre i gelati possono rappresentare un rischio. E’ importante fare uso solo di acqua minerale, sia a scopi alimentari sia per l’igiene orale. Si raccomanda di non aggiungere ghiaccio nelle bevande e di non acquistare alimenti o bibite da venditori ambulanti. In ogni caso, prima di affrontare il viaggio, si suggerisce di contattare il proprio medico o le competenti strutture sanitarie per ulteriori consigli del caso.

Il certificato di vaccinazione contro la febbre gialla è obbligatorio per i viaggiatori
provenienti dai Paesi a rischio di trasmissione della malattia.

Si ricorda, infine, l’opportunità di consultare la guida predisposta dal Ministero della Salute al presente link, nonché di sottoscrivere, prima della partenza, un’assicurazione che copra eventuali spese sanitarie (anche per il rimpatrio o il trasferimento aereo in un altro Paese). 


Viabilità

Patente
Italiana.

Assicurazione auto
Polizza Ingosstrakh (assicurazione di frontiera a breve termine) 

Non ci sono collegamenti diretti con l’Italia.

Collegamenti aerei
Da Astana: Astana è collegata all’Europa dalle seguenti compagnie: Lufthansa (Via Francoforte) Austrian Airlines (via Vienna); Air Astana (voli per Mosca, Francoforte e Istanbul); Turkish Airlines (via Istanbul); Ukrainian Airlines (via Kiev) Transaero ha voli quotidiani per Mosca.
Da Almaty è possibile raggiungere l’Europa con Lufthansa; Air Astana (Francoforte, Londra, Amsterdam, Istanbul, Mosca)  KLM,  via Amsterdam, British Airlines,  Turkish Airlines, e altre compagnie hanno numerosi collegamenti con altre destinazioni dell’Asia Centrale e dell’Estremo Oriente.
Da Atyrau: Air Astana ha collegamenti con Amsterdam e Istanbul.
Da Aksai: (L'aeroporto che effettua i collegamenti è quello di Uralsk che dista circa 160 chilometri da Aksai) Esistono collegamenti giornalieri con Mosca.